Scopri l'isola di Levanzo e le sue bellezze

Levanzo un' isola tutta da scoprire


Una verde collina che affiora dalle acque del mare dirimpetto a Trapani è la minore delle isole Egadi talmente vicina alla costa trapanese da aver ispirato impavidi nuotatori che l’hanno raggiunta a nuoto. Profumata di timo, lentisco e popolata dalla macchia mediterranea, conserva tracce di vita  risalenti già al mesolitico. L’isola  è interamente percorribile a piedi ed è ricca di piccole insenature e spiaggette raggiungibili più facilmente con mezzi natanti ma anche dopo belle passeggiate attraverso la campagna.

Levanzo compare nell’Odissea come uno dei fortunosi approdi di Ulisse ed è indicata come l’isola delle capre e, in effetti, la vita di questo piccolo borgo scorre placida da secoli al ritmo lento delle attività agresti e marinare. Il villaggio miniato sorge ai piedi di un rilievo ricco di vegetazione si affaccia sul mare con un porticciolo.

La mitezza delle sue acque ha sempre creato l’ambiente ideale per i tonni che, in primavera, raggiungendola da nord depositano le loro uova nei fondali per spostarsi poi verso Favignana dove viene allestita la tonnara e dove i Florio costruirono un monumentale stabilimento per la lavorazione di questo pesce azzurro.

I colori rifrangenti dei più brillanti verdi e blu si alternano tra cala Minnola, nei cui fondali non è difficile scorgere reperti archeologici risalenti alla guerre puniche, cala Fredda, la più selvaggia, e cala Tramontana frastagliata ed impreziosita da antri e grotte. Sulla scogliera di Capo Grosso lo storico faro illumina da una parte la costa di Trapani e dall’altra la dolomitica Marettimo.