Levanzo: quando l'oggi ti affascina ed il passato ti offre emozioni indimenticabili - La Grotta del Genovese

Levanzo: quando l'oggi ti affascina ed il passato ti offre emozioni indimenticabili


Fonte: Tripadvisor

Nel corso di un mio viaggio in Cantabria nel 2011 volli visitare la grotta di Altamira. Rimasi profondamente deluso perchè la visita della grotta e delle sue decantate pitture rupestri fu solo virtuale.
La visita della Grotta del Genovese, con i suoi straordinari graffiti e le notevoli pitture rupestri, è vera ed è riuscita a suscitarmi emozioni indenticabili: migliaia di anni fa nostri antenati hanno voluto renderci partecipi della loro vita e ci sono riusciti!
Levanzo è la più piccola delle isole Egadi, con appena 200 abitanti.
Le visite alla grotta sono bene organizzate da una cooperativa, sotto la gestione della Soprintendenza per i Beni Culturali ed Ambientali di Trapani (nota per i recensori scettici che esprimono giudizi inappropriati).
La grotta si trova nella parte opposta al centro abitato e si raggiunge, compatibilmente con le condizioni del mare, in barca o da terra in fuoristrada.
L'ingresso della grotta è per un breve tratto poco agevole, bisogna chinarsi, poi si apre un ampio salone e sono subito visibili le prime pitture.
Bene organizzata la visita, sotto la professionale guida del sig. Natale. Un piccolo gruppo elettrogeno esterno alla grotta alimenta le luci, che consentono una visione perfetta di graffiti e pitture.
Le pareti della grotta custodiscono due importanti cicli di arte preistorica: uno naturalistico riferibile al paleolitico superiore (ca. 10.000 a.c.), con rappresentazioni di animali in incisioni rupestri, ed uno costituito da una serie di figure monocrome schematiche risalenti al neolitico (ca. 5.000 a.c.).
Le incisioni portano una nota nuova nel panorama dell'arte rupestre preistorica; lo stile degli animali è decisamente naturalista e rivela negli artisti una tecnica grafica raffinata e sicura che conferisce alle rappresentazioni un senso profondo e vivo della realtà.
Le numerose pitture rupestri neolitiche aprono una finestra sulla vita dell'uomo in quel periodo, tra le tante, le prime pitture note di tonno e delfino.
A mio avviso una vacanza alle isole Egadi non può prescindere dalla visita alla Grotta del Genovese di Levanzo.
Assolutamente da non perdere!

Altre recensioni

Unica e indescrivibile! Cercate le immagini!

Non è una semplice grotta! E' un museo e un'avventura insieme! Entusiasmante per gli esperti di paleontologia e archeologia, che.....

Fonte: Tripadvisor

Grotta affascinante da visitare, è tra le esperienze da non perdere a Levanzo.

Bella e suggestiva. Da vedere. Si viene accompagnati al sito archeologico con un breve tragitto in barca, potendo così ammirare......

Fonte: Tripadvisor